≡ 

 En chemin >  @Quanti ricordi ... >

Incontro all’Ermitage

Il 10 febbraio, in una domenica quasi primaverile, all’Ermitage di Versailles, si è svolta la GIORNATA DELLE FAMIGLIE a cui hanno partecipato genitori e bambini della Missione Cattolica Italiana di Parigi e del Liceo Internazionale di Saint Germain.

JPEG - 105.1 Kb

È stato un momento di preghiera, di condivisione, di ascolto, denso di un’umanità vera, di gioia e di riflessione, consolidato dalla presenza di Padre Gianni e delle catechiste.

JPEG - 457.2 Kb
JPEG - 662.1 Kb
JPEG - 577.7 Kb

Dopo l’arrivo dei due gruppi e un saluto attorno ad un buon caffè questo momento quaresimale è iniziato con la preghiera, ritmata da un canto che era tutto una promessa: “Ti darò un cuore nuovo, popolo mio!"

Un cuore nuovo

(Rit.) Ti darò un cuore nuovo, popolo mio. Il mio Spirito effonderò in te.
Toglierò da te il cuore di pietra. Un cuore di carne ti darò, popolo mio.

Da tutte le nazioni vi radunerò, vi mostrerò la strada della vita.
E vivrà chi la seguirà. (Rit.)

Vi aspergerò con acqua e puri vi farò. Dagli idoli sarete liberati.
Questa è la mia libertà. (Rit.)

Mio popolo sarete, le genti lo vedranno. Abiterete dentro la mia casa.
E vedrete il mio volto. (Rit.)

JPEG - 604.5 Kb
JPEG - 609.5 Kb

Subito dopo alcuni baldi giovani di Parigi sono rimasti nello chalet con i bambini per un momento di gioco, mentre gli adulti seguivano una meditazione del vangelo sulla Parabola delle dieci vergini, proposta da Padre Gianni.

Dal Vangelo di Matteo (25, 1-13)
(1) Il Regno dei Cieli è simile a dieci vergini che, prese le loro fiaccole, uscirono incontro allo sposo.
(2) Cinque di esse erano stolte e cinque sagge;
(3) le stolte presero le fiaccole, ma non presero con sé olio;
(4) le sagge, invece, insieme alle lampade, presero anche dell’olio in piccoli vasi.
(5) Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e dormirono.
(6) A mezzanotte si levò un grido: ecco lo sposo, andategli incontro!
(7) Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro fiaccole.
(8) E le stolte dissero alle sagge: dateci del vostro olio perché le nostre fiaccole si spengono.
(9) Ma le sagge risposero: no, che non abbia a mancare per noi e per voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene.
(10) Ora, mentre quelle si allontanarono per comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa.
(11) Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: Signore, Signore aprici!
(12) Ma egli rispose: in verità vi dico, non vi conosco.
(13) Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora.

JPEG - 718.6 Kb
JPEG - 608.6 Kb
JPEG - 661.7 Kb

Questo brano parla del regno di Dio in cui dieci vergini attendono lo sposo con fiaccole pronte, ma solo cinque di esse, sagge, prendono vasetti di olio in riserva.
Quando sta per giunger lo sposo, di notte, tutte si destano di soprassalto. Le vergini stolte non avendo portato l’olio per alimentare le loro fiaccole, lo chiedono in prestito alle sagge che, peró, rifiutano di aiutarle e le invitano a procurarsene altrove.
All’arrivo dello sposo le vergini pronte entrano in casa con lui e le altre, al loro ritorno trovano la porta chiusa. La parabola termina con un monito: “Vegliate, perché non sapete né il giorno né l’ora”

Piste per la riflessione di gruppo
1 - Il "regno" tra saggezza e stoltezza ... in noi ed attorno a noi. La pari opportunità di scelta (5/5) di riempire io il vasetto, e nessun altro.
2 - L’olio come il mio vivere secondo lo Spirito Santo, l’amore di cui arde Dio stesso, comunicato a noi.
3 - Il cristiano, chiamato ad essere fiaccola che splende.
4 - La pienezza ed il fine della vita: l’uscire e l’incontrare Cristo, lo Sposo, con la fiaccola accesa e il vasetto pieno. Il grido di mezzanotte, mentre tutti siamo assopiti.
5 - Il valore eterno del tempo presente e di ogni piccola azione. Anzi, drammatico: "Non vi conosco!"
6 - I venditori d’olio: i poveri, il prossimo, la comunità, l’umanità ... e io?

Padre Gianni nella sua riflessione ci aiuta a capire che il regno di Dio è questa realtà che siamo noi, metà saggia e metà stolta e ciascuno ha, nella vita, la possibilità di scegliere tra vigilare, prepararsi, cosa fare della propria vita, o no. La nostra esistenza richiede un’attesa; l’incontro che ci è annunciato ci costringe ad aspettare; la nostra realtà è quella di una tentazione a dormire, è una lotta tra la veglia e il sonno. L’olio per alimentare le nostre lampade dobbiamo procurarcelo noi: è lo Spirito di Dio vissuto in noi, è la nostra risposta al suo amore.
L’olio dei vasetti è l’amore nostro per Dio e per gli uomini; i venditori di olio per noi sono i poveri, i fratelli che ci aiuteranno a entrare in Paradiso.
Se non viviamo nella carità, siamo noi che non riconosciamo il Signore. Allora l’amore è scelta e peccato, è sapere che c’è il bene e non farlo. Dio rispetta la nostra libertà, ci conosce e ci ama profondamente; ci chiede di vivere nel bene e, il giorno e l’ora di cui parla è ogni momento della nostra giornata. Il regno di Dio è la comunità fatta di saggezza e stoltezza, in cui sono chiamato a far festa e ad incontrare lo Sposo.
Questo è il momento di convertirsi, di cambiare direzione, di lasciare il proprio egoismo e dirigersi verso Dio e verso gli altri, perché amore a Dio e amore al prossimo sono la stessa cosa.


Le famiglie si trovano poi in cappella per celebrare insieme una messa gioiosa in un clima di grande partecipazione, allietata dai canti accompagnati dalla bravissima Fabiana e dalle preghiere dei bambini e di tutti i presenti.

JPEG - 618.2 Kb
JPEG - 627.7 Kb
JPEG - 629 Kb
JPEG - 635.4 Kb
JPEG - 781.1 Kb

La giornata comunitaria termina con un pranzo in cui tutti condividono cibi gustosi ed un’amicizia visibile. Dopo la partenza delle prime famiglie resta un gruppetto di persone che parla di importanti argomenti, come la bioetica e l’influenza della presenza dell’uomo nelle decisioni che riguardano la vita.

JPEG - 581.4 Kb
JPEG - 579.8 Kb
JPEG - 583.7 Kb
JPEG - 625 Kb
JPEG - 462.7 Kb
JPEG - 622.7 Kb
JPEG - 594.9 Kb
JPEG - 574.1 Kb
JPEG - 607.9 Kb

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato a questa grande giornata: sacerdoti, genitori, bambini, giovani e catechisti.
A presto

Rosella Braggio

Versione per stampante di questo articolo Versione per stampante


SPIP | | Plan du site | Réalisation : FAT78 (F. Filippini)